L’unica che ha capito tutto

Ho lasciato il lavoro dei miei sogni e gustato le prime “gocce” di libertà

di Gabriela Jacomella

Il 1° luglio 2011 è un giorno che passerà alla storia. La mia, ovviamente. Perché è stato il primo giorno della mia nuova vita. Cerco di trovare le parole per dirlo – fa ancora effetto, un po’, persino a me stessa: mi sono dimessa dal Corriere della Sera. Dove ero arrivata da stagista venticinquenne nel luglio 2002, e dove ero stata assunta con un posto a tempo indeterminato.

Ho la sensazione che un post non basterà a riassumere quello che mi passa – e mi è passato, negli ultimi mesi – per la testa, ma l’idea è proprio questa: raccontare il qui e l’ora del mio cambiamento. Per le altre riflessioni, forse, ci vorrà del tempo.

Lasciare il lavoro dei miei sogni, ricominciare a vivere. Il progetto è, semplicemente, questo.

A questo punto siete liberi di fare due cose: decidere che sono soltanto una pazza arrogante, e investire più proficuamente il vostro tempo in altre letture. Oppure pensare che, forse, c’è del metodo in questa follia, e seguirmi nelle prossime righe.

Ci siete ancora? Bene. Per prima cosa, una confessione.

continua QUI

Tag: , , , , ,

11 Risposte to “L’unica che ha capito tutto”

  1. moni Says:

    Mi inchino al suo coraggio.

  2. damiano Says:

    A me sembra plagio =)
    guarda un po’ cosa avevo scritto io oltre 1 anno fa:

    https://www.facebook.com/note.php?saved&&note_id=257640574532

    (la notra dovrebbe essere pubblica, se ci sono problemi di accesso fammelo sapere)

  3. Gocce di libertà spirituale applicate alla crisi economica mondiale: nuove figure professionali « Says:

    […] « L’unica che ha capito tutto […]

  4. Giba Says:

    Ma sai che è l’unica collega del Corriere con cui sono rimasto in contatto? Davvero una grande (anche se io il Corriere non lo abbandonerei)

  5. cekketto Says:

    Valè dai cazzo!!!! Cosa aspetti???
    Licenziati!!!
    Dai licenziati!!!!!
    La vita ti aspetta…pescara..il mare…la croce…la maglietta della croce che quest’anno non avrai….le birre…gli amici…il nazismo…la lampara…Il vetrino estivo…il vetrino estivo valèèèèèè!!!
    Dai Valè…fallo!
    Fallo ora! Fallo come piace a te!

  6. cekketto Says:

    Valè che sei matto…tieniti stretto il tuo posticino…svegliati al mattino presto e lavora fino a sera tarda per il tuo stipendio che dovrai versare per l’affitto…poi apriti un mutuo e lavora ancora di piu’ sperando in un aumento che non avrai. Abbassa la testa e non alzarla mai fin quando non ti viene la gobba e ti rendi conto che non riesci piu’ ad alzarla…
    Ora che compi trentunanni non pensare a festeggiare ma vai a lavorare…auguri

  7. cekketto Says:

    Dai valè licenziati…dai valè!!!
    Ti ho già preparato le dimissioni e inviate via mail!
    Dai valè…salvati!!!!

  8. . Says:

    povero valerio !…ops m è scappato.. ho commentato scusa sono stata di nuovo meschina..:D

  9. l'irregolato Says:

    @cekketto: sarebbe bello ma la vita non è pescara..il mare…la croce…la maglietta della croce che quest’anno non avrai….le birre…gli amici…il nazismo…la lampara…Il vetrino estivo. Queste potranno essere cose che rendono piacevole vivere la vita (a seconda di chi la deve vivere) ma non sono le cose che rendono possibile vivere la vita

  10. Cekketto Says:

    Che cosa deep che hai dett!! Quasi mi sono intristito!

    Ci vuole un vetrino estivo…o in alternativa un viaggio in moto a La Mecca, come fa il nuovo migliore amico di MassimoJ.

  11. . Says:

    valè fatti valere ke vali !!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: