La storia dell’uccellino

2 maggio 2021

The story about the little birdie

There was this little birdie who didn’ t know how to fly yet, and one freezing cold night he tumbles out of his nest and lands on the ground. Well, he starts going “PEEP, PEEP, PEEP!” like crazy, because he’s nearly freezing.

Lucky for him, along comes this cow, sees him and feels sorry for him. So she lifts her tail and SPLASH! She drops a steaming hot cowpie right on him. So the little berdie is warm again but he is still unhappy and keeps going “PEEP, PEEP, PEEP!”, louder than ever.

A mean old coyote hears someone comes around him, he reaches out his paw and pulls him out of the cowpie. He brushes the dirt off him really nicely and then GNAM! He swallows the birdie down in one gulp.

What’s the moral of this story?

Folks that throw dirt on you aren’t always trying to hurt you, and folks who pull you out of a jam aren’t always trying to help you. But the main point is: when you’re up to your nose in shit, keep your mouth shut.

 

Domo mea

27 aprile 2021

L’eredità

22 aprile 2021

Non è per niente facile capire come e quanto gli altri influenzino la nostra vita. Ci sono molte persone che per esempio credono agli oroscopi; a me onestamente hanno sempre fatto sorridere quelli che dicono: “Oh, si vede proprio che sei uno scorpione!”, oppure: “Sono un tipico sagittario!”.

Io dico sempre invece che noi siamo il risultato del nostro vissuto. E per “vissuto” intendo tutti i fattori che influenzano in un modo o nell’altro la nostra vita: i nostri amici, la famiglia in cui nasciamo, il luogo in cui viviamo, la scuola dove andiamo, quel particolare professore che ci ritroviamo a scuola, il compagno di banco, l’allenatore di scuola calcio, e così via. Certo, quello che siamo influenza le nostre scelte, e le nostre scelte influenzano quello che siamo. E’ difficile capire dove sta il confine, cosa determina cosa e cosa è determinato da cosa. Ma credo che quello che diventiamo abbia poco a che fare con la luna in contrasto con marte.

Leggi il seguito di questo post »

Shoreline

1 aprile 2021

Tillsammans igen

28 marzo 2021

Ciao fratellone

26 marzo 2021

Alessio

Non so neanche bene da dove iniziare perché mi sembra tutto così irreale, così assurdo.

Ci hai lasciati soli, qui, senza nemmeno darmi il tempo di dirti ciao, di salutarti come si deve. Ci sono tante cose che ti vorrei dire e che non so come dirti. Dirti che mi mancherai sarebbe superfluo, però te lo dico lo stesso: mi mancherai.

Leggi il seguito di questo post »

Addio Marvelous

14 marzo 2021

È morto Marvin Hagler, soprannominato The Marvelous, “Il Meraviglioso”.

Ed era veramente meraviglioso, è stato uno dei più grandi pugili di tutti i tempi e personalmente il mio preferito in assoluto.

Velocità, potenza, tecnica, agilità, mobilità di tronco, resistenza, intelligenza: tutte le qualità che un pugile potrebbe sognare, lui ce le aveva al massimo grado.

È stato campione del mondo dei pesi medi dal 1980 al 1987, gli anni d’ora del pugilato. Ha combattuto contro tutti i più grandi della sua epoca: Duran, Hearns, Mugabi, Leonard solo per dirne alcuni. Molti suoi incontri sono passati alla storia. Andateli a vedere su YouTube perchè sono una gioia per gli occhi (se ti piace il pugilato).

Perse la corona per decisione non unanime contro “Sugar” Ray Leonard e decise di ritirarsi subito dopo a soli 33 anni non accettando il verdetto dei giudici. Il match è uno dei più discussi di sempre e divide ancora oggi tra chi parteggia per l’uno o l’altro pugile. Io, per quel che conta (cioè niente), avrei visto un pareggio come il verdetto più giusto. Ma tant’è.

Addio Marvelous. Sarai ricordato per sempre da tutti gli amanti della Noble Art.

Memories

14 febbraio 2021

E’ morto Enrico Greppi detto Erriquez, il cantante della Bandabardò.

A lui e alla “Banda” mi legano alcuni ricordi di gioventù: la vacanza in Sardegna con i miei amici nel 2005, le scorribande in macchina con la musica della Bandabardò a palla, un paio di loro concerti molto belli e divertenti (tra cui uno finito in modo un po’ anomalo). E in generale un senso di spensieratezza che si ha solo da ragazzi, quando non si hanno troppe responsabilità e problemi per la testa.

Anni che passano, gente che viene e gente che va.

“Stoppa tutto, stoppa tutto, stoppa tutto, stoppa tutto!”

I wish you a naughty Christmas

25 dicembre 2020

Il bollettino del Terrore

27 ottobre 2020

Scrive l’agenzia Ansa del 27 ottobre 2020:

La Svezia, l’unico Paese al mondo che non ha mai imposto il lockdown, ha registrato 1.870 nuovi casi di coronavirus in 24 ore, il numero più alto dall’inizio della pandemia. Lo riporta il Guardian. Secondo l’Agenzia della salute svedese, in primavera i casi sono stati molti più ma non sono stati registrati per la mancanza di test. Il record precedente di casi di Covid-19 era stato 1.698 a fine giugno. Le vittime di coronavirus in Svezia sono 5.918.

Il dato è giusto. Peccato che è completamente decontestualizzato e – seppur scritto in maniera neutra – tende a spaventare il lettore e dare una lettura parziale della situazione svedese.

Leggi il seguito di questo post »