IgNobel 2013

Sono stati assegnati i premi IgNobel 2013.

Ci sono anche degli italiani: Alberto Minetti,  Germana Cappellini, Nadia Dominici e Francesco Lacquaniti (insieme a Yuri Ivanenko) hanno vinto il premio per la fisica per aver dimostrato che sulla Luna alcuni uomini camminerebbero sull’acqua.

Tuttavia noi italiani non riusciamo a essere i migliori nemmeno nell’ignominia.

Che dire invece dello statunitense Gustano Pizzo, vincitore del premio IgNobel per l’ingegneria di sicurezza? Ha infatti inventato e brevettato un sistema di sicurezza che intrappola i dirottatori degli aerei, li impacchetta e li lancia nel vuoto da una botola. A terra li attenderà la polizia, nel frattempo avvertita dal personale di bordo.

Ma merita una menzione anche il premio per la probabilità: Bert Tolkamp, Marie Haskell, Fritha Langford, David Roberts e Colin Morgan hanno stabilito che quanto più una mucca è sdraiata per terra, tanto più sono le probabilità che si stia per rialzare. Ma allo stesso tempo hanno scoperto che una volta che la mucca si è alzata, non è così facile predire quando si sdraierà di nuovo.

Ma il top del top deve ancora venire. I vincitori assoluti dei premi IgNobel 2013 secondo me sono loro: Kasian Bhanganada, Tu Chayavatana, Chumporn Pongnumkul, Anunt Tonmukayakul, Piyasakol Sakolsatayadorn, Krit Komaratal e Henry Wilde.

Il gruppo di scienziati ha vinto il premio per la medicina, indicando qual è la tecnica medica migliore al mondo nella “gestione chirurgica di un’epidemia di amputazioni del pene in Siam”. Tecnica che però non è valida nel caso in cui il pene “sia stato parzialmente mangiato da un’anatra”.

Per tutti gli altri premi, cliccare qui.

Tag:

3 Risposte to “IgNobel 2013”

  1. savdini Says:

    Sergio è Pazzo

  2. Marcella Nesset Says:

    “una volta che la mucca si è alzata, non è così facile predire quando si sdraierà di nuovo.”

    potrebbe essere un antico proverbio cinese :D

  3. IgNobel 2014 | Says:

    […] stati assegnati i premi IgNobel 2014 ed è stato un trionfo per l’Italia! Rispetto all’anno scorso infatti abbiamo raddoppiato i premi, passando da 1 a […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: