Posts Tagged ‘Inter’

Il calcio professionistico – La storia di Martin Bengtsson

18 gennaio 2022

bengtsson

Martin Bengtsson è un musicista e scrittore svedese di 35 anni. Ma è anche un ex calciatore, un potenziale campione che si è stancato del mondo del pallone e si è ritirato giovanissimo, a soli 19 anni. La maggior parte degli sportivi non ha nemmeno cominciato una vera carriera a quell’età, lui invece aveva già accumulato abbastanza esperienza da non poterne più del calcio professionistico e di tutto ciò che gli gira intorno.

Ha scritto un libro nel 2007, “I skuggan av San Siro” (“All’ombra di San Siro”), in cui racconta la sua vita come giovane calciatore; dal testo è stato recentemente tratto anche un film, “Tigers”. È un libro molto interessante, almeno per chi ama il calcio. Racconta gli sforzi di un bambino col mito di Van Basten che ha da sempre il sogno di diventare calciatore professionista e sacrifica tutta la sua giovinezza in allenamenti estenuanti e quotidiani. Quando i suoi compagni di classe uscivano da scuola per divertirsi e iniziavano a frequentare le ragazze, lui riservava il tempo libero per fare esercizi e migliorare la sua tecnica col pallone.

Diventa in breve una promessa del calcio svedese, viene chiamato in nazionale e in ritiri per selezioni giovanili. A soli 15-16 anni inizia a fare provini per squadre europee di prima fascia. E qui il suo racconto si fa particolarmente stuzzicante per i lettori, per tutti i semplici tifosi che magari vanno allo stadio ogni domenica ma non hanno idea di quello che succede nelle segrete stanze del dorato mondo del pallone.

(more…)

Pillole di Svezia/7

1 aprile 2015

Sundsvall, parallelo 62°, centro-nord della Svezia.

In un negozio che vende varie robe di seconda mano ho trovato una sciarpa dell’Inter. Ma l’Inter è una delle squadre più famose d’Europa e fin qui, ci può stare.

IMG_2014

(more…)

Baka

5 agosto 2014

1452579_10152049800596153_608506348_n

Ho scoperto che il grandissimo Blaž “Baka” Slišković dovrebbe avere una pagina ufficiale Facebook: questa.

Se non è lui, è certamente il suo più grande fan a giudicare dalle foto che posta, alcune credo private e rarissime.

Grande Baka!!!

Belfodil: il flop-player

9 giugno 2014

Ishak Belfodil, 22 anni compiuti, ha completato la stagione di serie A 2013/14 con un impressionante record. Sì impressionante, ma in negativo: 25 presenze e 0 gol fra Inter e Livorno. Non male per un attaccante.
E pensare che – nessuno lo ricorda – quando nel luglio 2013 era stato acquistato dai nerazzurri, gli addetti ai lavori l’avevano accolto come un grande acquisto per ricostruire una grande Inter. Un TOP PLAYER (tutto maiuscolo).
Visto che nel mondo del calcio nessuno fa autocritica per le vaccate che dice, per divertirmi un po’ mi sono andato a rileggere le dichiarazioni dello scorso anno, quando l’attaccante algerino sbarcò a Milano.

In un’intervista alla Gazzetta dello Sport del 5 luglio 2013, Salvatore Bagni, Gigi Simoni, Roberto Boninsegna e Corrado Verdelli si dimostrano entusiasti: “Ha già i numeri del campione. Ha tecnica e fisico per imporsi come centravanti del futuro”, sentenzia Simoni; “Ha i colpi del fuoriclasse ed è il prototipo del centravanti moderno: sì, un giorno potrà essere la stella dell’Inter”, gli fanno eco gli altri più o meno in coro.

E mister Mazzarri? Cosa ne pensava?
“Sia Icardi sia Belfodil mi piacciono. Volevamo un centravanti e ne abbiamo presi due” (Gazzetta dello sport10 luglio 2013).

Ma il poco ambito Oscar “Ipse Dixit” va certamente a Matteo Dalla Vite, giornalista della Gazzetta, che in uno slancio di ottimismo nerazzurro inizia un articolo con queste parole:

Alto, grosso, talentuoso, fisicamente roccioso, fulminante nell’uno contro uno: e dove lo metti sta. E soprattutto giovane: quindi calma, gesso, pazienza anche se lui di paura non ne ha. Anzi. Con Ishak Belfodil Walter Mazzarri si è assicurato un Attacca-Tutto, uno che nel fronte offensivo sa fare male partendo da ogni dove.

Spero che Belfodil sappia lasciarsi alle spalle la disastrosa annata appena conclusa e che nei prossimi campionati possa sfondare. Tuttavia oggi non posso non far notare che l’unico ad averci visto giusto è stato, almeno per il momento, Spillo Altobelli:

Devo essere sincero: Belfodil non sarà mai un top player, anche se spero di essere smentito dai fatti. Quando penso a una punta da Inter ho in mente gli Eto’o e i Balotelli, non i Belfodil.

5 maggio

5 Maggio 2012

Esattamente 10 anni fa Ronaldo piangeva. Per la gioia di tutti gli juventini e il dramma di tutti gli interisti!