Posts Tagged ‘boxe’

Auguri Nino!

26 aprile 2012

Oggi 26 aprile 2012 Nino Benvenuti compie 74 anni.

Volevo fare gli auguri a quello che probabilmente è stato il miglior pugile italiano di sempre. La sua grandezza si nota dal record: non quello professionistico, ma quello da dilettante. Non starò qui infatti a parlare delle epiche sfide con Sandro Mazzinghi, Emile Griffith o Carlos Monzon, su cui già si scrive molto.

(more…)

The way of the cross

1 febbraio 2012

Arturo Gatti è stato uno dei pugili più grandi a cavallo degli anni ’90 e 2000. È stato campione mondiale in tre categorie di peso (superpiuma, superleggeri, welter), ritirandosi nel 2007.

Nato a Cassino nel 1972, si è trasferito sin da bambino in Canada, nazione per cui ha combattuto per tutta la carriera. Parlava correntemente quattro lingue: italiano, inglese, francese e spagnolo. Se non fosse morto nel 2009 in circostanze ancora avvolte nel mistero, il 15 aprile di quest’anno avrebbe compiuto 40 anni.

(more…)

Uno sport “nobile”

21 gennaio 2012

La boxe, questo “sport violento”, come molti lo definiscono, in realtà è uno degli sport che maggiormente viene utilizzato in tutto il mondo per abbandonare la vita di strada. Succede anche in Argentina.

Qui ci troviamo a Buenos Aires, al Ferrobaires boxing club. Come dice il sito di informazione latinoamericana Pangea News, “Fondato il 29 marzo del 1994, questo club rappresenta per molti ragazzi dell’omonimo e difficile barrio di Constitución una via alternativa alla strada e, spesso, alla criminalità. In questa gallery, le splendide foto di Maria Silvia Trigo, ci accompagnano in un viaggio in questo affascinante microcosmo di pugilato sotterraneo e speranza”.

(more…)

The Greatest

17 gennaio 2012

Oggi 17 gennaio è il compleanno di Mohamed Ali. L’ex campione di pugilato dei pesi massimi compie 70 anni.

Tanti auguri al Più Grande!

“Fly like a butterfly, sting like a bee”

“I’m so fast that last night I turned off the light switch in my hotel room and was in bed before the room was dark”

L’ultimo pugno

11 dicembre 2011

Trenta anni fa Mohamed Ali disputava l’ultimo incontro di una gloriosa carriera. The greatest perdeva ai punti contro Trevor Berbick, futuro campione del mondo che perderà la cintura dei pesi massimi contro un giovane Mike Tyson.

L’ultimo incontro di Ali fu poco meno di un calvario. A 39 anni, era lento e stanco, provato dalla malattia che già iniziava a far sentire i suoi colpi più pesanti. Ma nonostante questo, non è caduto al tappeto.

(more…)

Addio Smokin’ Joe

8 novembre 2011

8 marzo 1971: Frazier incontra un imbattuto Ali e lo sconfigge ai punti. E' stato dichiarato il "Match del secolo"

Ieri 7 novembre è morto Joe Frazier.

(more…)

Noble art (e non solo)

20 settembre 2011

Mayweather colpisce Ortiz ancora a guardia abbassata (foto sportlive.it)

Oggi vi voglio parlare di una cosa che in realtà non fregherà a nessuno, oltre che me: cioè di pugilato (quindi potete anche smettere subito di leggere se non vi interessa).

(more…)

Rinascita

14 luglio 2011

Alla faccia di chi continua a pensare alla boxe come a uno sport di violenza.

Flash 2

25 marzo 2011
Il 25 marzo 2009, esattamente due anni fa, moriva a Voghera per un incidente stradale a soli 42 anni Giovanni Parisi. Il pugile italiano aveva vinto l’oro Olimpico nei pesi piuma alle olimpiadi di Seul nel 1988 ed era stato campione del mondo Wbo dei pesi leggeri dal 1992 al 1993 e dei pesi superleggeri dal 1996 al 1998.

Avevo parlato di lui anche qui.

Una vita per la boxe

3 gennaio 2011

Una foto d'epoca. 3 dicembre 1999: Di Meco (a sinistra) batte ai punti Roberto De Silva per il titolo italiano dei pesi piuma

Girovagando per la rete, ho trovato questa intervista all’ex pugile Alessandro Di Meco. La posto qui di seguito perché Di Meco (tre volte sfidante per il titolo europeo per le categorie di peso piuma e superpiuma) non solo è abruzzese, non solo è di Pescara, ma è addirittura anche di Fontanelle, il mio quartiere! E poi dice un bel po’ di verità sulla noble art. Enjoy.

—————————————————————————————–

Fabio Palumbo per Absolute Sport Magazine

Allora, Alessandro, fuori i secondi. Partiamo dal principio. Perché hai scelto questo sport? Come ti ci sei avvicinato?

Da ragazzino avevo un carattere un po’ fragile. Non ero arrogante e questo mi impediva di attaccare e in più non ero capace di difendermi. Alcuni amici mi hanno consigliato di avvicinarmi al pugilato per formarmi caratterialmente.

Com’è stato l’inizio della tua carriera?

La carriera dilettantistica all’inizio è stata bella perché non si prevedeva che potessi arrivare a gareggiare in questa disciplina. Ma ebbi subito degli ottimi risultati. C’era da chiedersi perché per strada era diverso. Forse la risposta era ed è legata alla presenza sul ring della disciplina con delle regole da rispettare. La carriera professionistica invece è iniziata a 22 anni. Prima c’era la regola dei 21 anni per passare professionista, ora invece il limite si è abbassato a 18 anni compiuti.

(more…)