Mi trasferisco in Svezia e faccio qualcosa di nuovo: apro un blog!

Per motivi che non sto a specificarvi, mi sono fatto un giro su tutti i blog creati dagli “italiani in Svezia” che sono elencati qui. Il risultato delle mie ricerche e letture può essere riassunto dai seguenti dati*:

  • il 20% dei siti è stato chiuso (in un caso ci ho addirittura trovato la pubblicità di signorine orientali discinte);
  • il 15% dei blog è dedicato alla cucina. Perché in fondo siamo italiani e parliamo solo di calcio-cibo-quantosonobonelesvedesi;
  • il 70% è stato abbandonato e non riceve aggiornamenti dai 2 ai 4 anni;
  • un 5% dei blog si è evoluto da semplice blog a qualcosa di più serio;
  • in un caso il tizio ha lasciato la Svezia e si è trasferito in Olanda (non ho indagato sul motivo).

(Se non capite perché la somma non fa e non debba necessariamente fare 100%, non mi interessa granché; prendetevela col vostro professore di matematica del liceo che non è stato in grado di spiegarvi un cazzo.)

Alla luce di questa breve analisi, mi sono sentito molto fiero di non aver aperto un blog sulla mia vita in Svezia. E’ vero, a volte scrivo di alcune cose relative alla mia vita qui, ma sono per lo più fattarelli simpatici e/o culturali di facile lettura. Non cose del tipo: “Che bello, è arrivata la primavera a Stoccolma! E anche se qui il tempo è una merda 9 mesi l’anno non potete capire quanto è luminoso con il sole!”

Tante persone nel corso degli anni mi hanno consigliato di aprire un blog sulla Svezia (in fondo sono/ero un giornalista, no?), ma non l’ho mai fatto per due semplici e chiarissimi motivi:

1- Ce ne sono già fin troppi;

2- Della mia vita in Svezia non frega un cazzo di niente a nessuno.

Cose del tipo “quanto è bella Stoccolma sotto la neve”, oppure “che belle le giornate di giugno quando il sole non tramonta mai”, o ancora “oggi sono andato a passeggio e ho raccolto il primo fiore di primavera”, le racconto a mia madre, volendo, ma non ci apro un blog per dirle. E poi, in fondo in fondo, sono sicuro che di queste cose anche a mia madre non frega un benemerito cazzo.

Quindi continuerò a scrivere di quello che mi pare (incidentalmente anche di Svezia, ma certamente non solo), quando mi pare e soprattutto con il linguaggio che più reputo adatto alla situazione.

E ora andate tutti a fanculo terroni, che intanto io vivo in Svezia e voi noi. Gnè gnè gnè.

 

* Dati raccolti a cazzo di cane senza nemmeno fare un benché minimo sforzo di calcolo.

Annunci

Tag: , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: