L’ambasciatore israeliano rimproverato in Argentina

A quanto si dice, il ministro degli Esteri avrebbe detto che “Israele non ha diritto di chiedere spiegazioni” sulle indagini comuni con l’Iran sulla bomba al Centro israeliano del 1994
di Gabe Fisher per The Times of Israel

——————————————————–

Il ministro degli Esteri argentino Hector Timerman avrebbe strigliato l’ambasciatore israeliano a Buenos Aires durante un recente incontro, rimproverando Israele di aver chiesto una spiegazione sul recente annuncio di aver aperto una indagine comune fra Iran e Argentina sulla bomba che ha colpito nel 1994 l’Amia Jewish Community Center.

Timerman ha convocato l’ambasciatore Dorit Shavit per un “difficile, intenso e spiacevole” incontro il 31 gennaio scorso, secondo quanto riferisce al quotidiano israeliano Haaretz una fonte vicina al ministro degli Esteri. Durante il colloquio, Timerman ha “aggressivamente criticato” Israele per interferire negli affari argentini, sostenendo che l’interesse di Israele nell’attacco bomba “incoraggia l’antisemitismo”, poiché insinua il dubbio che gli ebrei argentini possano avere una doppia lealtà (verso due Paesi, ndt).

Israele non ha diritto di chiedere spiegazioni. Siamo uno Stato sovrano”, avrebbe detto Timerman. “Israele non parla a nome di tutti gli ebrei e non è il loro agente. Gli ebrei che volevano e vogliono vivere in Israele si sono trasferiti lì e hanno ottenuto la cittadinanza, e quelli che vivono in Argentina sono cittadini argentini. L’attacco bomba era rivolto contro l’Argentina e il desiderio di Israele di essere coinvolto nella questione non fa altro che fornire le armi agli antisemiti, che accusano gli ebrei di doppia lealtà”.

Il ministro degli Esteri ha definito “inaccettabile” il fatto che l’ambasciatore argentino Atilio Norberto Molten sia stato convocato dal ministro degli Esteri a Gerusalemme per fornire spiegazioni riguardo le indagini comuni sull’attacco bomba all’Amia. “Se volessimo – ha aggiunto Timerman – potremmo convocarvi qui due volte al mese per chiedervi delucidazioni sulle operazioni militari a Gaza o sulla costruzione di nuove colonie, ma non lo facciamo perché non vogliamo interferire nella vostra sovranità”.

Fonte: The Times of Israel

Tag: , , , , , , , ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: