Il ritorno di Berlusconi e i commenti delle mie colleghe: pensieri sparsi

di Terrence Bliss – 7 dicembre 2012

————————–

È arrivata la notizia che Berlusconi vuol far cadere Monti e ricandidarsi alle elezioni.

Ora il mio pensiero è semplice. Berlusconi non è opportuno in questo momento, ha fatto la sua storia, il suo ciclo, ancora più perché è un signore di una certa età. Nel mio cassetto il sogno sarebbe un governo che mettesse fine alla tecnocrazia, ma questo potrebbe avvenire solo con una profonda coscienza, cosa che evidentemente non c’è. Ma non è questo il punto. Non vedo Berlusconi come il male assoluto, tra i due mali preferirei lui al governo eterodiretto del banchiere Monti. E non è un fatto di democrazia, è un fatto che a essere governati dalle banche… Ma è un mio parere.

Veniamo a quanto dicono le mie colleghe. Berlusconi si ricandida. Oddio, siamo finiti, ci ha già portato alla miseria. Quanto sono stupidi gli italiani. ‘Ma perché lo rivotano?’ – ‘Sicuramente per come sono scemi’ (…Commenti simili si ripetono…) – interviene la più informata – ‘Poi avete visto, è subito aumentato lo spread, è bastata una dichiarazione’ (…) – ‘Si sta bene solo nel nord Europa, lì vivono bene, senza problemi’ – ‘Ma fa freddo, poi si suicidano’ – ‘Io in Svezia non ci voglio andare, fa sempre freddo’

Qualche considerazione sparsa.

Innanzitutto per loro Berlusconi è l’incarnazione del male. Va bene, ci può stare, non è questo che mi stupisce. Due cose però mi fanno sorridere (o piangere). Ad un malaugurato governo Berlusconi nessuna ha proposto una qualche forma di protesta, un’idea di possibile ribellione: la prima idea è la fuga all’estero. Come i nobili autoesiliati francesi durante la rivoluzione del 1789. Sintomatico del carattere italiano, di tutti gli italiani: ribellarsi non è contemplato, obbediamo o fuggiamo.

Altra cosa che mi dà ancora più fastidio. La dittatura sotto forma tecnica e ‘neutra’ manifestantesi con la spread è legittima e anche giusta. Poco importa che un – per quanto odiato – politico italiano (ma è successo anche per il presidente di Confindustria, Monti disse: ‘Ogni volta che parla aumenta lo spread’) non possa parlare pena aumento dello spread. La dittatura ‘lontana’, ‘europea’ è vista come giusta, quella presunta vicina è male. Del resto, lo dice l’Europa.

Altra cosa: gli italiani sono sempre scemi. Gli altri, ‘la gente’, questa entità misteriosa, è sempre scema.

Cosa mi piace poi è il fatto che a loro modo di vedere viviamo in una sovranità piena. Perché, secondo loro, un Paese in cui il presidente del Consiglio è capace di ridurre in miseria la popolazione è un paese senza alcuna interdipendenza, artefice del suo destino, delle sue vittorie come delle sue sconfitte.

Tag: , , , , , , , ,

2 Risposte to “Il ritorno di Berlusconi e i commenti delle mie colleghe: pensieri sparsi”

  1. semprevento Says:

    …come si dice…ogni popolo ha il governo che merita…
    Io di politica non parlo e nepure pià la seguo: metterei tutti, dico tutti, nel trita carta…e via.
    Altro giro , altra corsa.
    Che qualcosa non funziona ormai è da tanto che è palese…e allora…Bisogna cambiare.
    Si, ma con chi? Non sono una disfattista ne anarchica…sono una cittadina che ha perso il diritto di voto..già…eccerto!!
    Se la scelta è questa: tra i mali peggiori scegliamo quello minore..non mi sta bene.
    Aria nuova…teste nuove, fresche…non ce ne sono.
    Dopo aver discusso, se ne vanno tutti a mangiare nei migliori ristoranti a spese del cittadino..brindano e inciuciano alle spalle nostre.
    Non siamo pronti alla guerra….al pane e acqua…eppure c’è già gente che è ridotta all’osso…anzi ha già rosicato pure quello e adesso no ha più nulla.
    Io vorrei un politico che prende uno stipendio adeguato,( possono bastare 7 mila euro? ) che pagasse le medicine…il cinema, le vacanze il telefono e il cellulare. e tutte le tasse annesse e connesse
    ..che facesse la fila alle poste, in banca, dal medico.
    Che corresse a prendere i figli a scuola, con la sua auto. Che andasse al lavoro in treno o con la bici… e che per arrivare in fondo al mese dovesse stringere la cinghia…
    e che se gli arriva una bolletta da mille euro gli venisse un colpo come è successo a me.
    Ecco, in sintesi vorrei una persona normale..se la trovate ditegli di candidarsi che io il voto glielo do volentieri.

    vento

  2. Catone il censurato Says:

    ha ragione Maurizio Costanzo, l’80% degli italiani è cretino (cit.)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: