Dissidenza

Oggi hanno arrestato Yoani Sanchez. E tutti i media del mondo si sono messi a urlare e protestare contro la mancanza di democrazia di Cuba e l’arresto a loro dire pretestuoso di una dissidente del regime dei Castro.

Nessuno invece fa caso ai dissidenti cubani arrestati negli Stati Uniti e in galera dal 1998.

Dissidenti sì, ma dal lato sbagliato. Infatti sono in galera (nelle democratiche celle americane) perché dagli Stati Uniti controllavano (e in pratica spiavano) le attività antigovernative dei cubani anticastristi residenti in Usa.

In pratica una versione segreta di quello che faceva la Sanchez, che denunciava le attività cubane, ma pubblicamente.

Questo perché molti cubani negli Stati Uniti partecipano ad azioni, anche violente, di eversione contro il governo castrista.

I cubani arrestati sono conosciuti in America come i Cuban Five (in Italia “I cinque di Miami”) e sono: Gerardo Hernández, Ramón Labañino, Fernando González, Antonio Guerrero e René González. Quest’ultimo è l’unico che è stato finora rilasciato, a ottobre 2011.

Il processo che li ha condannati, sostanzialmente per spionaggio nei confronti del Governo americano, è giudicato molto dubbio dai più.

In patria i cinque sono considerati degli eroi e difensori della libertà di Cuba.

Ma per loro il mondo tace, non strepita. Forse perché non hanno una connessione con cui poter mandare i loro articoli a El Pais

Tag: , , , , , , ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: