Finirà dappertutto così?

Alla cosiddetta “Primavera araba” si può dare virtualmente inizio il 17 dicembre 2010, quando in Tunisia Mohamed Bouazizi, un venditore ambulante, si dà fuoco quando gli sequestrano la merce con cui commerciava per vivere.

Da allora molte cose sono successe: proteste di piazza, scontri, rivoluzione. Il presidente della Tunisia Ben Alì è dovuto emigrare (scappare) per paura di fare la fine che avrebbe fatto mesi dopo Gheddafi.

Ma qual è la situazione ORA a distanza di mesi da quei fatti? Secondo alcuni, in Tunisia non è migliorato molto lo stato delle cose. Anzi.

Faccio presente due articoli che non possono sicuramente fare un quadro esaustivo della situazione, ma che almeno possono dare un’idea.

Il primo è un articolo pubblicato sul quotidiano inglese Guardian (qui nella traduzione di ComeDonChisciotte), dove una Lina Ben Mhenni, una giovane blogger di 27 anni, dichiara pubblicamente di voler disertare le elezioni del 23 ottobre in protesta contro un sistema che sta lentamente tornando quello di prima.

Il secondo articolo è un’analisi del dopo voto, di Giuliana Sgrena, pubblicato dal manifesto.

Buona lettura, se vi va.

Tag: , , , , , , , , ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: