Vespa vs Murgia/Avallone

Vespa con la Avallone

Chinaski77, alias Mauro Zucconi del blog Come diventare il mio cane (che trovate linkato nel mio di blog), ha scritto una cosa fighissima. O come dice mia cugina, figherrima.

La posto qui sotto non perchè per forza sia d’accordo con quanto scritto, ma perchè è una opinione davvero IRREGOLARE. E quindi, già solo per questo motivo, merita.

—————————————————————-

Lungi da me il voler parlare bene di Bruno Vespa e male di Michela Murgia, ma, insomma. Leggo sul Corriere che alla premiazione del Campiello Vespa avrebbe fatto un apprezzamento (“fatto con grazia”, precisa lui) sulla scollatura (“profonda”, dice il Corriere) di Silvia Avallone, e la Murgia, che il Campiello l’ha vinto, se l’è presa perché, cito, quando c’è di mezzo una donna si va sempre a parare sul corpo, mai sull’intelligenza.

A parte che, capitasse a me, cioè se Vespa, mentre salgo sul palco per ritirare un premio al mio libro, mi dicesse che sono “un bel figliolo” o che ho “un bel culo” o “chissà che uccello!” (non so bene quale sia il suo concetto di “grazia”), io ne sarei lusingato. Magari andrebbe un po’ meglio se fosse una donna a farlo, ma è ok, un complimento non si rifiuta mai.

A parte che la bellezza è un attributo non necessariamente inferiore o meno apprezzabile o desiderabile dell’intelligenza, almeno per quanto mi riguarda (una mia prof del liceo mi diceva sempre che ero “molto intelligente”, ma io avrei di gran lunga preferito essere bello e scoparla).

A parte che io sono convinto che alla base di queste reazioni pseudofemministe ci sia talvolta un po’ d’invidia, cioè che – non dico adesso per forza la Murgia – quello che veramente rode alla pseudofemminista di turno che protesta perché un uomo ha sottolineato la bellezza del corpo di una donna nel momento in cui tale bellezza si è manifestata non sia tanto l’implicito messaggio maschilista ma il semplice e irreversibile fatto di non avere lei stessa quel corpo e di non produrre lei stessa quel genere di bieca reazione primitiva e barbara.

A parte tutte queste cose, dico, mi sembra plausibile che, nel momento in cui una donna si presenta con le tette di fuori, stia cercando di mettere in mostra anche qualche altra qualità oltre all’intelligenza (già premiata e riconosciuta), nel caso specifico la bellezza, e dunque  possa aspettarsi che qualcuno la noti, la apprezzi e, in certi casi, voglia esprimere o non riesca a trattenersi dal voler esprimere questo apprezzamento con una nota verbale o un gesto velato o un qualche movimento di qualche muscolo o corpo cavernoso.

Se poi il commento è davvero fatto con grazia, mi sembra che lo scambio sia lecito, socialmente accettabile, equo (anzi, sarebbe giusto concedere almeno una leccatina, ma lasciamo stare) e, diciamo così, soddisfacente per entrambi. Su quello che penso delle donne che scrivono, invece…

COME DIVENTARE IL MIO CANE

Tag: , , , , , , , , ,

3 Risposte to “Vespa vs Murgia/Avallone”

  1. Andrea Says:

    io invece resto basito come lui http://buonipresagi.wordpress.com/2010/09/07/e-una-mano-sul-culo-no/

  2. irregolare Says:

    Sostanzialmente, anche io. Però mi piaceva lo stesso quello scritto da Chinaski.

  3. l'irregolato Says:

    w chinasky, w vespa, w le tette!!!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: